L’Antica Pizzeria da Michele apre a Palermo. La più a Sud d’Italia, la 18° del gruppo

L'Antica Pizzeria da MicheleCome aveva già anticipato ai nostri microfoni Alessandro Condurro, AD de “L’Antica Pizzeria da Michele in the World” il noto brand napoletano apre la pizzeria più a Sud dello stivale: a Palermo. È la 18° pizzeria per i Condurro che va a popolare la grande famiglia composta da Roma Flaminio, Londra Baker Street, Roma Trevi, Londra Soho, Al Khobar, Bologna, Firenze, Verona, Milano, Berlino, Barcellona, Los Angeles, Dubai, Tokyo, Fukuoka, Yokohama e, ovviamente, Napoli.

L’apertura

L’inaugurazione prevista per oggi Venerdì 16 ottobre 2020, a Palermo in via della Libertà 34. Non un’inaugurazione, ma una vera e propria apertura al pubblico, in totale sicurezza e nel rispetto della attuali norme anti-Covid. Un sogno che si avvera per l’imprenditore napoletano e per l’intera famiglia Condurro che dal 1870 sforna pizze da “Oscar”. 

Il forte legame con la Sicilia e con Palermo

Legato da sempre alla Sicilia e a Palermo L’imprenditore napoletano raconta: “La nostra azienda è nata a Napoli, nel lontano 1870, per cui credo sia un dovere, oltre che un piacere, continuare anche nel 2020 a investire al Sud, dove fare impresa è la chiave per uno sviluppo che non dovrà mai fermarsi”. Quella di Palermo è la seconda nuova apertura post lockdown, la prima è stata Al Khobar, in Arabia Saudita, e che regala grandi soddisfazioni per l’entusiasmo con cui è stata accolta. 

Come per Alessandro anche per Daniela Condurro, AD de l’antica pizzeria da Michele in the World c’è tanta soddisfazione: “La cultura gastronomica napoletana è molto vicina a quella palermitana, sia per l’ampia scelta che per la qualità. Questa apertura è una piccola sfida, ma non in termini di ‘identità’. I sapori decisi dei piatti palermitani ben si accompagnano alla semplicità della nostra pizza e possono essere un’alternativa che siamo felici di offrire a quei palermitani che hanno amato la nostra sede storica di Napoli e a quelli che ancora non ci conoscono. Per ora possiamo già dire che il movimento, generato dalla notizia annunciata sui social, ci appare come un buon inizio”.

Nunzio Zeccato
Link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *