Risotto all’astice, rucola e profumo d’arancia

Facebook
YouTube
Pinterest
Instagram

Risotto all’astice, rucola e profumo d’arancia

L’ALTERNATIVA PER IL CENONE DI CAPODANNO

San Silvestro è alle porte, il vecchio 2016 se ne va e per dare il benvenuto a questo 2017 ci vuole un piatto degno dell’occasione ma soprattutto di buon auspicio, che porti fortuna e soddisfazione nelle nostre case: “Risotto all’astice rucola e profumo d’arancia”, una ricetta rivisitata da provare al posto delle classiche linguine.
Scegliete astici europei (quelli blu con le chiazze gialle sul dorso) che sono di gran lunga più saporiti, e sceglietele rigorosamente vive visto il loro rapido deperimento.

Ingredienti:

Riso Carnaroli
Polpa d’astice
Arancia
Limone
Rucola
Spumante

Per il fumetto:
Sedano
Carota
Cipolla
Patate
Sale
Pepe
Prezzemolo
Scarti dell’astice
Spumante

Procedimento:

Sgusciate le astici e mettete la polpa in un recipiente con il succo di un’arancia e mezzo limone, riponete in frigo. Nel frattempo in una pentola alta facciamo rosolare i carapaci e gli altri scarti con un filo d’olio ed uno spicchio d’aglio per qualche minuto, sfumiamo con lo spumante, facciamo evaporare e poi aggiungiamo acqua fredda coprendo tutto. A questo punto aggiungiamo le verdure, il pepe ed il sale: per il brodo basterà una mezz’ora, e dovrà risultare leggermente sapido; alla fine passate tutto in un colino.
Ora passiamo al risotto. In una padella larga facciamo tostare il riso per circa 2-3 minuti (sarà tostato quando il suono che fa nel muoverlo sarà più metallico). Sfumiamo con lo spumante e lasciamo evaporare, poi aggiungiamo il brodo a mano a mano. Portiamo il riso a 3/4 di cottura, poi aggiungiamo la polpa d’astice bel sgocciolata e regoliamo di sale. Terminata la cottura, spegniamo la fiamma e mantechiamo all’onda con un filo di olio EVO. Aggiungiamo la rucola tagliata fine e guarniamo con qualche fiore gastronomico per dare un tocco in più alla nostra preparazione.

Abbinamento consigliato:
Uno Spumante Brut Metodo Classico è d’obbligo, in primis perchè le bollicine a San Silvestro non sono mai di troppo, ma in ogni caso su un piatto del genere questo abbinamento è il più riuscito. Noi come ben sapete abbiamo la fissa con le eccellenze del Sud e quindi lo abbiamo testato con “Anni Venti Greco Spumante” di Cantine di Marzo; decisamente fresco, persistente e con leggero retrogusto agrumato, insomma finiamo di sicuro in bellezza!

Tanti auguri da
Suggestioni Culinarie.

Sommelier ed appassionato di cucina, sono il creatore di Franzino, un elegante Caravan Vintage che gira il mondo portando il meglio del Food & Beverage Italiano. Follow us!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *