Trancio di ricciola in boreto

Facebook
YouTube
Pinterest
Instagram

Trancio di Ricciola
in Boreto

Equilibrio tra semplicità e gusto

Oggi vi presentiamo un secondo decisamente invitante, semplice da preparare e dal risultato sorprendente, la “Ricciola in boreto”.
Per chi non conoscesse questo pesce c’è da dire che la ricciola (detta anche seriola) è l’indiscusso Re dei pesci azzurri dei nostri mari, formidabile nuotatore che può raggiungere anche i 100 kg di peso; dalle carni rosee e compatte viene fuori un sapore delicato che lascia al palato una vera esperienza di gusto. Il colore dipende varia dal grigio al bruno sul dorso con riflessi argentei sui fianchi a seconda dell’età. Per gli amanti del pesce bianco la ricciola è una sorpresa, tutta la salubrità degli Omega 3, ma una carne cosi chiara da sembrare tutt’altro che pesce azzurro.

Ingredienti:
Ricciola divisa in tranci
aglio
prezzemolo
farina di frumento
vino bianco secco
aceto di vino bianco
pepe rosa
sale
olio EVO
aceto balsamico di Modena Dop

Procedimento:
In una padella capiente fate imbiondire qualche spicchietto d’aglio con dell’olio EVO, rimuovetelo e adagiate i tranci di ricciola precedentemente infarinati (solo dal lato della pelle) per circa 1-2 minuti a fiamma moderata.  Aggiungete vino aceto ed acqua nelle medesime quantità, portate a cottura, salate e tenete i tranci da parte in caldo. Ora deglassate il fondo, pepate e correggetelo di densità con altra farina se serve. Impiattate sistemando i tranci sulla salsa appena creata, qualche goccia di aceto balsamico, ed accompagnate con qualche verdura appena scottata (noi l’abbiamo assaggiato assieme ai pomodorini confit, delizioso!)

Abbinamento:
Un bianco strutturato con le giuste caratteristiche è quel che ci vuole. Noi abbiamo provato per voi (per lavoro si intenda eh!) una vera chicca dalla Sardegna, precisamente Olbia: Luris Vermentino di Gallura DOCG 2014 dell’azienda vitivinicola Depperu , che vanta di una ottima produzione tutta “Slow”. Produzioni in collina a 350 mt s.l.m. danno una gradazione di quasi 14% in alcol, buona sapodità, profumi intensi e sapore vellutato.

Facebook
YouTube
Pinterest
Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *