Orto Didattico

—-Per partecipare il 12 Luglio clicca su questo link—-

STORIA

Il raffinato disegno ad acquerello del 1782 – facente parte di un ciclo più vasto di vedute napoletane di Giovan Battista Lusieri – è l’unico che riprende la città dall’alto dei panorami più caratteristici del periodo oltre che di immediata riconoscibilità. Con una prospettiva del tutto inusuale rispetto alle stampe dell’epoca, l’immagine ritrae la ripida salita che partiva dalla storica via Foria fino ad arrivare alla collina di Capo di Monte, passando per quella che ancora oggi è chiamata la collina di Miradois. Si può notare nella stampa che oltre le mura della città il paesaggio cambiasse radicalmente, lasciando posto al verde che come possiamo vedere, era utilizzato per la caccia e le attività ricreative.

Il fenomeno dell’urbanizzazione periurbana nei secoli a venire ovviamente non ha risparmiato queste affascinanti colline che man mano sono state sempre più aggredite dalla costruzione di edifici e strade.

Ma è proprio qui su questo colle che resiste ancora uno dei rari polmoni verdi della città…

ORTO ARBORATO FLEGREO

Al fine di contribuire al recupero dell’ecosistema napoletano di un tempo, con caratteristiche del tutto appartenenti all’area flegrea, nasce oggi una cooperazione tra due associazioni che, seppur operanti in settori diversi, mettono assieme le proprie forze per perseguire un obiettivo comune.

L’ Ass.ne Miradois Onlusda oltre 10 anni focalizzata sul supporto dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza dei quartieri meno abbienti della città – che si impegna a concedere in comodato d’uso gratuito uno spazio incolto ex rurale di sua proprietà, per il recupero, la gestione e la valorizzazione del versante di sua competenza.

L’Associazione Sud Foodassociazione attiva sul territorio campano per lo sviluppo, la promozione e la valorizzazione dei prodotti enogastronomici del Sud Italia – che mette a disposizione una consulenza ambientale e risorse economiche da impiegare per attrezzature, materiale orticolo e risorse umane.

Lo studio storico del versante è stato affrontato da Mirko Petitto, referente delle attività agronimiche dell’Ass.ne Sud Food, in particolare alla realizzazione di un sistema rurale che segue il modello dell’ “Orto Arborato Flegreo”.

Obiettivo

Mediante l’Orto Arborato Flegreo i soci ed i sostenitori delle associazioni avranno la possibilità di conoscere da vicino il ciclo vegetativo delle piante e degli ortaggi, la loro stagionalità e la cura periodica di cui hanno bisogno così da poter istruire il pubblico ad una consapevolezza maggiore nei confronti dei frutti della terra. Come dice un vecchio proverbio…

“Dai un pesce ad un uomo e lo nutrirai per un giorno. Insegnagli a pescare e lo nutrirai per tutta la vita.”

Seguici, a tra poco l’inaugurazione!