San Valentino, ecco il vino degli innamorati. Si chiama “Amore Protetto”, è uno spumante pugliese

San Valentino

San Valentino è la festa degli innamorati, e quale coppia non brinda a fine cena con un buon vino. Ci siamo chiesti: ma c’è un vino dedicato all’amore? Ebbene la risposta è si e arriva direttamente dal Sud Italia, precisamente dalla Puglia e si chiama “Amore Protetto”

“Amore Protetto” e il legame con il compositore Saverio Mercadante

“Amore Protetto” è viene prodotto dalle cantine Colli della Murgia. È un prestigioso spumante frutto di un legame profondo con la propria terra e con la propria cultura. Una dichiarazione d’amore a un territorio, quello murgiano, dalle caratteristiche uniche. “Amore Protetto”, si ispira ad una delle opere più famose del compositore altamurano Saverio Mercadante (Altamura, 1795 – Napoli, 1870), tra i più apprezzati nei teatri italiani per numerose opere teatrali a cavallo tra il ‘700 e l’800.

L’opera di Mercadante, rappresentata per la prima volta nel 1821 alla Scala di Milano con il titolo “Elisa e Claudio, ossia L’amore protetto dall’amicizia”, ebbe molta fortuna anche nei maggiori teatri italiani ed europei. Nel 1832 approdò anche a New York. Per rendere omaggio al compositore, Colli della Murgia, la prima azienda vitivinicola pugliese ad aver ottenuto la certificazione biologica e ad aver lanciato un’etichetta intelligente per far dialogare consumatori e produttori attraverso un chatbot, ha prodotto lo spumante “Amore Protetto” per la prima volta nel 2014. l’occasione fu la riapertura del Teatro intitolato al maestro Saverio Mercadante nella sua Città natale, Altamura.

Amore Protetto” è prodotto con metodo classico biologico ottenuto da uve Fiano Minutolo. Un inno all’Amore per uno spumante che utilizza il metodo della rifermentazione in bottiglia. Particolare l’elevazione, che avviene per 48 mesi in cantina, all’interno di nicchie scavate nel tufo, e che da appunto l’idea di un amore covato a lungo.

Descrizione tecnica 

Anche il packaging vuole la sua parte infatti, spicca una etichetta in peltro e viene conservato in casse in legno. Il vino ha colore giallo paglierino con riflessi dorati, bollicine finissime e molto persistenti. Intenso e complesso, al naso presenta note fruttate di frutta a polpa gialla, molto matura e tutto un corredo aromatico che il lungo affinamento sui lieviti ha evoluto. Note floreali che ricordano i fiori gialli e il biancospino, il timo, la salvia e i fiori bianchi appassiti e frutta secca. In un secondo momento si aprono i tipici profumi dei lieviti, con note di crosta di pane mai invadenti. Chiudono sentori quasi sulfurei, minerali e idrocarburi giocano a lungo alla pari. In bocca è secco e morbido, incredibilmente fresco, molto sapido e molto minerale. Una tempesta di piacere in un bicchiere!

Lo spumante, per le qualità organolettiche e il packaging elegante che lo contraddistingue, è stato molto apprezzato tanto da meritare un posizionamento nella fascia alta dei vini-spumanti, e richieste da tutta Europa.

Nunzio Zeccato
Link

Lascia un commento, dì la tua.