Le “Lingue di Procida”, il dolce più famoso dell’isola. La ricetta tradizionale per farle in casa

Nunzio Zeccato
Link

Lingue di Procida

Le Lingue di Procida dette anche lingue di bue o lingue di suocera, sono un dolce tipico dell’isola di Procida. Nei bar e nelle caffetterie dell’isola vanno più del cornetto e cappuccino. Un dolce semplice ma davvero delizioso: nella ricetta tradizionale, le lingue procidane vengono preparate con due strati di pasta sfoglia tirata a mano, alla quale viene conferita una forma ovale, a ricordare la lingua. 

Il ripieno è a base di crema al limone o crema pasticcera al limone, preparata con i limoni procidani, e la copertura è realizzata con lo zucchero, che rende la superficie croccante. Le lingue di bue sono ottime per la colazione, per la merenda o per uno squisito dopo cena. Tra le pasticcerie più antiche dell’isola, dove provare le lingue dolci di Procida, c’è il Bar Roma, nei pressi del porto. Potete però prepararle anche a casa, la ricetta è davvero semplice: una volta pronte, potete gustare le vostre lingue dolci sia calde che fredde. Ecco come fare.

Ingredienti per le lingue di Procida

  • 1 rotolo Pasta Sfoglia 
  • Zucchero 
  • 1 Tuorlo 

Per la crema pasticcera:

  • 200 ml Latte 
  • 150 ml Panna fresca liquida 
  • 4 cucchiai Zucchero 
  • 2 cucchiai Farina 00 
  • 2 Tuorli 
  • 1 Scorza di limone 

Procedimento

PREPARATE LA CREMA

Tagliate la scorza del limone a vivo evitando la parte bianca e unitela al latte e alla panna in un pentolino poi accendete il fuoco e fateli scaldare fino a sfiorare il bollore. Montate i tuorli insieme allo zucchero in una ciotola e sbatteteli con le fruste elettriche per qualche minuto fino ad ottenere un composto spumoso e biancastro.

Unite la farina al composto di uova e continuate a sbattere con le fruste elettriche ancora per un paio di minuti. Mettete il composto di uova, zucchero e farina nel latte e panna caldi e fate cuocere a fuoco lento senza mescolare per qualche minuto fino a che si formeranno dei vulcani poi girate velocemente con una frusta a mano e continuate a cuocere la crema pasticcera per qualche minuto. Togliete la scorza del limone, mettete la crema pasticcera in una ciotola coperta da pellicola trasparente e lasciatela raffreddare completamente.

PREPARATE LE LINGUE DI PROCIDA

Srotolate il rotolo di pasta sfoglia rettangolare e tagliatelo a metà. Mettete dei mucchietti di crema pasticcera aromatizzata al limone sulla pasta sfoglia in modo da creare dei mucchietti leggermente allungati. Coprite con l’altra metà della pasta sfoglia e tagliate in corrispondenza del ripieno di crema pasticcera con un coltello affilato in modo da sigillarli bene. Spennellate la superficie di ogni Lingua di Procida con tuorlo e cospargete con abbondante zucchero semolato. Cuocete le Lingue di Procida in forno preriscaldato ventilato a 180° per 15/20 minuti circa fino a che risulteranno dorate. Sfornate le Lingue di Procida e lasciatele intiepidire leggermente prima di mangiarle.

VARIANTI E CONSIGLI

Potete usare metà latte e metà panna oppure tutto latte per la realizzazione della crema pasticcera. Potete spennellare anche con latte. Potete aromatizzare anche con una stecca di vaniglia invece che il limone. Le lingue di Procida si conservano in frigo per due giorni.

Lascia un commento, dì la tua.