Il coraggio di investire: Arturo Narangio apre la sua pizzeria nel primo giorno di Zona Rossa in Campania

Nunzio Zeccato
Link

Arturo Narangio
Ha deciso di aprire una pizzeria in pieno periodo di emergenza sanitaria Covid investendo forze e ingegno nella sua terra d’origine, a San Giorgio a Cremano (Napoli). Lui è Arturo Narangio, giovane imprenditore pizzaiolo che dopo un periodo di lavoro all’estero è tornato nella città vesuviana con lo scopo di dare un impulso all’economia in un momento decisamente difficile per le attività produttive.

Narangio ha lavorato a Miami, New York e Milano per la storica Pizzeria Sorbillo e poi ha deciso di tornare in città per portare l’arte della pizza, utilizzando solo prodotti nostrani. La pizzeria ha aperto lunedì sera, nel primo giorno in cui la Campania è diventata zona rossa, Arturo ha inaugurato la sua pizzeria “400 GRADI”, in in via Giovanni XXIII. “Siamo partiti bene con numerose richieste”, dice Narangio “al più presto voglio aprire una pagina Facebook per pubblicizzare e far conoscere i prodotti genuini della nostra terra che utilizziamo per la preparazione delle pizze”.

Dichiarazioni del sindaco Zinno in merito al coraggio di Arturo Narangio

All’apertura del locale presente anche il sindaco Giorgio Zinno: “Arturo ha deciso di investire in un momento molto difficile per le attività produttive. E di aprire la sua attività lunedì sera nonostante fosse il primo giorno di lockdown per la Campania. Un gesto che è un forte segnale di speranza per tutti. Ovviamente la pizzeria lavorerà con l’asporto e domicilio cosa che in questo periodo è possibile fare. Sosteniamo le nostre attività e le nostre eccellenze. Scelte come quelle di Arturo danno il segno della speranza e della forza della nostra comunità”.

Lascia un commento, dì la tua.