Gaetano Simeone: Il “Ristorante Il pollo d’oro” la mia più grande soddisfazione

Gaetano SimeoneLa semplicità è spesso nelle piccole cose, quante volte a causa dei ritmi frenetici siamo costretti ad accantonare tanti sogni e tanti piccoli traguardi a causa di mancanza di tempo. Conciliare la passione al lavoro è l’obbiettivo di quasi tutti noi, ma purtroppo non sempre è possibile. Le prove della vita ci mettono di fronte a svariate scelte, spesso difficili e fatte di rinunce. Ma chi riesce a perseverare e vedere il positivo anche nella giornata più buia, gode di una luce riservata a pochi. Nell’età adolescenziale ci ritroviamo confusi tra cosa vorremmo fare da grandi e cosa invece la realtà ci presenta. Ma c’è anche chi, ad esempio, a quattordici anni decide di lavorare nell’attività di famiglia, passando le serate con i familiari a lavoro fino a tardi, andare a letto stanco ma felice. Ce ne sono tantissimi che emanano tanta perseveranza. Come Gaetano Simeone, nato a Cellole dove attualmente vive.

Gaetano ci racconti il periodo della sua adolescenza.

“Lavoro da quando avevo quattordici anni, insieme a mio padre nel ristorante di famiglia. Imparavo un po’ di tutto e facevo di tutto per rendermi utile. Ero troppo piccolo per svolgere da solo un compito, ma mi sentivo grande abbastanza per imparare. Cosi con determinazione mi sono dedicato a tutte le fasi che possono comprendere il lavoro in cucina, mi piaceva tantissimo apprendere cose nuove e nel mio piccolo cercavo di metterle in pratica dopo la scuola. Ero insieme a mio padre e facevamo insieme tante cose che ci piacevano”.

Quando è arrivata la svolta che ha portato quel bambino a diventare un pizzaiolo?

“Un giorno poi il pizzaiolo lasciò il lavoro e dovettimo affrontare un momento di disagio, nonostante giovanissimo decisi di lasciare la scuola e dedicarmi esclusivamente al lavoro e affiancare mio padre in tutto e per tutto, condividendone gioie e dolori. Sono cresciuto in un ambiente sano, la cosa fondamentale per noi erano i principi e la dedizione e così ho continuato il mio percorso nel mondo della ristorazione e della pizza”.

Con il passare degli anni poi sono arrivati i trofei? 

“Raggiunta l’età della maturità sentivo in me la voglia di confrontarmi con il mondo esterno e ho preso parte a diverse competizioni (Ciak Pizza, Trofeo Pulcinella etc.) ma l’esperienza che mi ha spronato di più è stato il Campionato di Parma. L’incontro con tanti professionisti mi ha spronato e nello stesso rassicurato su cosa volevo imparare e cosa invece sapevo fare. Ho iniziato a prendere consapevolezza del mio valore. Ho dato tutto me stesso e la mia ricompensa è constatare che il numero di clienti non solo è cresciuto ma mi ha regalato anche tantissime amicizie”.

Molto originale e accogliente il ristorante di Gaetano, ogni angolo custodisce un ricordo della sua infanzia e della sua famiglia. Orgoglioso e fiero condivide i suoi affetti con tanti clienti.

Pizzeria Ristorante Il Pollo d’Oro
Via Fontana Vecchia – Cellole 
Tel:0823 721055
ristoranteilpollodoro@virgilio.it

 

Clementina Paone