Cuoci la pasta in acqua? Secondo gli alcuni esperti è sbagliato, ecco il perchè

Nunzio Zeccato
Link

PastaLa pasta, così come la pizza, rappresenta uno dei fiori all’occhiello ed una preziosa ricchezza della gastronomia italiana. Riunirsi intorno ad un tavolo e condividere la genuinità ed i profumi di una buona cucina è alla base del nostro relazionarsi con gli altri. Inoltre, la varietà dei prodotti italiani d’eccellenza è talmente grande da fare invidia a tutto il mondo. Una miriade di formati, ricette ed ingredienti compongono la tanto amata pasta che, in pochi minuti riesce ad accontenta grandi e piccini. Tuttavia, chef stellati hanno divulgatori alcuni piccoli segreti per rendere questa pietanza ancora più gustosa. Gli esperti in questione hanno capito, dopo numerose prove e ricette, qual è il mix perfetto tra condimento e cottura della pasta e se anche tu cuoci la pasta in acqua ecco quello che dovresti sapere.

Cuoci la pasta in acqua? Ecco perché stai sbagliando secondo gli esperti

Cuocerla in acqua per poi scolarla secondo alcuni chef famosi è un procedimento errato. Che sia la preparazione di un bel piatto di linguine o la ricetta di penne lisce o rigate non importa. Insomma, la tipologia della pasta non incide con il risultato finale. Ciò che conta, invece, è il metodo di cottura. Partendo dal presupposto che esistono diversi tipi di cottura, in acqua bollente o con la pentola a pressione ad esempio, a seconda anche della pietanza e della tradizione, secondo alcuni chef stellati il metodo migliore è far cuocere la pasta insieme al condimento. Per renderla appetitosa e per esaltare il gusto la pasta va inserita cruda nel sugo prescelto facendola cuocere con il resto degli ingredienti e solo dopo aggiungere pian piano acqua calda quanto basta al fine di amalgamare bene il tutto. Una tecnica da sperimentare. Gli esperti assicurano: “il risultato sarà buono da leccarsi i baffi. Provare per credere!”.

Lascia un commento, dì la tua.