Le facce del Piedirosso

Le facce del Piedirosso

Il vitigno e le sue terre

Nuova location per Suggestioni Culinarie: stavolta siamo ospiti a Villa Consiglio, una piccola oasi verde al centro della cittadina vesuviana di Portici, un posto in cui i bambini possono giocare e divertirsi all’aria aperta, mentre i genitori o i nonni possono godersi un calice di vino e un caffè in piena tranquillità… insomma in pieno stile Suggestioni culinarie!

villa consiglio

Con Le Facce del Piedirosso abbiamo deciso di raccontarvi uno dei vitigni più rappresentativi della Campania e le sue terre di vocazione.
Insieme ai nostri sommelier Antonio e Stefania, presentiamo diverse versioni del vitigno, ognuno proveniente da una zona diversa della regione, per dimostrare che le caratteristiche del terroir danno un’impronta significativa a ciò che beviamo. La mano del viticoltore, il terreno, il clima e il microclima sono solo alcuni dei fattori di influenza più importanti. Abbiamo scelto per questa degustazione orizzontale quattro vini per altrettanti territori con caratteristiche diverse tra loro avendo come fil rouge narrativo il vitigno per raccontare come la stessa uva posso essere interpretata in maniere differenti.  In particolare i Piedirosso in degustazione, tutti dell’annata 2015, sono:

  • Agnanum Per’e palumm, dell’azienda agricola Moccia: zona dei Campi Flegrei con terreno vulcanico.
  • 7 Moggi, della cantina Sorrentino vini: zona Vesuviana anche qui terreno vulcanico, ma di diversa natura.
  • Colli di Salerno Piedirosso, di Cantine Apicella: zona Costiera Amalfitana, in particolare Tramonti.
  • Piedirosso di Cautiero: zona del Sannio, le colline verdi del beneventano ai piedi del monte Taburno.

i piedirosso di suggestioni culinarie

L’aperitivo con vino al calice è servito con un finger food a tema : tra questi troviamo i nostri ormai famosi “biscotti di castagne e pecorino”, la “pappa al pomodoro” ed una selezione di formaggi Presidio Slow Food dell’azienda Erbanito, San Rufo (SA).